"Ritengo di aver inventato l'edificio piu' bello del mondo, qui sopra rappresentato. Si tratta di una struttura in acciaio, alta 60 metri, con un'apertura di 180 metri, nei due sensi, alla base degli archi, i quali racchiudono volumi da adibire ad usi commerciali o abitativi. Sotto gli archi lo spazio e'  libero per boschi, giardini, oppure campi da tennis, piscine od altro. Ci sara' un sindaco o un Comitato Olimpico o un'Ente Fiera che voglia fare di quest'opera il simbolo della sua citta'" "Le gocce d'acqua che cadono sul territorio italiano e poi raggiungono il mare compiono un dislivello complessivo di almeno 2500 metri in media, compiendo un lavoro gravitazionale pari a circa 1635 miliardi di kWh. La metà di questo viene compiuto strisciando sul territorio formando torrenti e fiumi. A sua volta, solo il 6 % di questo viene catturato e sfruttato dagli impianti idroelettrici italiani. Io credo che potremmo intercettarne un altro 3% cioè altri 20 miliardi di kWh/anno. " "PALESTRA AD ORTE (2012) Inaugurata nel Maggio del 2012. Struttura portante realizzata con archi parabolici in legno lamellare: altezza = metri 13; apertura alla base = metri 30. Calcolati per nevicata eccezionale e per venti a 150 km/ora." "Con l'aiuto di alcuni amici l'ho fatta costruire nel garage di uno di essi, con pochi kg di tubolare di acciaio, tre ruote da carrelli al traino, un sistema sterzante e frenante di una vecchia 500 , due sedili, nonche' due batterie da camion (70 kg) che azionano un motore elettrico da 3 kW a 12 Volt, con trasmissione a catena."

Alcuni numeri sull’energia

L’Italia ora consuma circa 190 Megatep; ne consumava 82 nel 1965, durante il boom economico. Forse che oggi c’è un maggior “tasso di felicità” rispetto ad allora? Ho seri dubbi!! Una porzione di terreno marginale (circa 3500 km quadrati) adibito a fonti rinnovabili potranno fornire circa 90 Megatep all’anno. E dovranno bastare!! Dopo le devastazioni e le tragedie della catastrofe climatica, i cittadini della Terra accetteranno volentieri che, in ogni comune, l’assessorato più importante diventi quello dell’energia, con poteri grandissimi, e affidato a gente che conosce bene il problema. - Ogni famiglia od altra utenza avrà i suoi metri quadrati fotovoltaici con la sua catasta di batterie, il suo mini eolico, i suoi 15 metri quadrati di solare termico per il riscaldamento invernale ed il condizionamento estivo, nella sua casa ultra ben isolata termicamente. - Ciascuno cambierà radicalmente le sue abitudini e si vestirà in modo molto più pesante in inverno, andrà al lavoro con piccoli mezzi elettrici e pubblici od anche in bicicletta. - Le fabbriche smetteranno di produrre merci inutili, e smetteranno di essere dei colabrodo energetici. - Idem per tutti gli edifici pubblici. - La gente si sposterà di meno, e prenderanno piede le video-tele-conferenze. - La manodopera disoccupata finalmente troverà impiego nella conduzione delle migliaia e migliaia di impianti solari di potenza, per la produzione di idrogeno ad usi industriali, negli impianti di fermentazione ed in quelli di accumulo termochimico per immagazzinare il calore solare estivo ed utilizzarlo l’inverno successivo.